PARLIAMO DI CUORE....E NON SOLO...MA SEMPRE COL CUORE - Messaggio aziendale

La terapia anticoagulante orale (TAO o ACO) è utile nelle malattie che possono complicarsi con la formazione di trombi che, staccandosi dalla loro sede,  provocano embolie nelle arterie, ostacolando la circolazione del sangue, con conseguenze talora molto gravi (pensate a quello che succede se a chiudersi e' un' arteria del
 cervello !).
 
Ictus cerebrale
 
ICTUS CEREBRALE 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


ICTUS CEREBRALE

 
 
 
 

 
ICTUS CEREBRALE 
 
 
 


 
 
 

 
 
 
 
 
 
 


Una  delle cause piu' frequenti della formazione di trombi e' la FIBRILLAZIONE ATRIALE, aritmia del cuore molto frequente,specie negli anziani ; in chi ha superato i 65 anni incide per il 5% . In questi pazienti, se non trattati, il rischio di ictus e' 5 volte maggiore che nella popolazione generale, con una mortalita' a un anno per ictus del 50% . Gli emboli colpiscono, sette volte su dieci, il cervello , provocando morte o invalidita' nel 44-63%. 
 
Fibrillazione atrialeLa fibrillazione atriale piu' pericolosa per complicazioni emboliche e' quella presente da oltre un anno in persone con piu' di 55 anni e con malattia organica di cuore !
 
 
 
 

 
 

 
 
 
 
 
 
 
 




 
 








La coagulazione e' un meccanismo di protezione : quando accidentalmente ci provochiamo una ferita il sangue cessa di fuoriuscire per il formarsi di un "tappo"  generato dai fattori di coagulazione e dalle piastrine -->il  TROMBO !
Gli anticoagulanti orali  ( COUMADIN o SINTROM )  sono farmaci in grado di modificare la coagulazione del sangue, riducendo la possibilita' della formazione di trombi in pazienti che, per la loro malattia, corrono questo  rischio.
 
SINTROM - ANTICOAGULANTI ORALI COUMADIN - ANTICOAGULANTI ORALI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 



 
 
Il meccanismo principale di questi farmaci consiste in un'antagonismo con la vitamina K  (che infatti viene usata come antidoto, in caso di dosaggio eccessivo).
 
A differenza degli altri farmaci, gli anticoagulanti orali non possono essere usati a dosi fisse; il trattamento e' individuale perche' ogni paziente deve raggiungere valori diversi di INR, per considerarsi ben trattato. Es, un paziente con una protesi meccanica cardiaca deve raggiungere un INR di 3- 3,5, mentre un anziano con la fibrillazione atriale puo' accontenarsi di 2 - 2,5. Tutto cio' considerando che una dose eccessiva del farmaco espone al rischio di emorragia ! Si tratta quindi di una terapia non semplice : la risposta individuale è variabile nel tempo, la possibilita' di interferenze  farmacologiche e dietetiche, i diversi target da mantenere, spiegano il perche' dei ripetuti prelievi  ematici per il controllo dell' INR.
Ricordo che l'INR e' un esame di sangue che misura il tempo che impiega il sangue a coagulare.
 
Patologie che vanno trattate con  la TAO:
- profilassi e terapia della trombosi venosa profonda e dell'embolia polmonare, per periodi di tempo diversi , secondo i casi
- valvulopatie cardiache (INR tra 2 e 3)
- protesi valvolari cardiache ( se meccaniche, INR tra 3 e 3,5 - se biologiche, INR tra 2 e 3, per i primi tre mesi dopo l'intervento; si continuera' in presenza di fibrillazione atriale o fatti trombotici )
- cardiopatia dilatativa, in presenza di fibrillazione atriale, trombosi cardiaca,pregresse embolie
- fibrillazione atriale ( da scoagulare sempre, sia  cronica sia  parossistica )
- sindrome da anticorpi antifosfolipidi
- ictus tromboembolico
 
CONTROINDICAZIONI:
 
- gravidanza ( NO  nel primo trimestre e nelle ultime sei settimane)
- emorragia maggiore, entro un mese dall'evento
- non compliance del paziente o malattia psichiatrica
- ulcera peptica in fase attiva
- ipertensione arteriosa non controllata
- alcoolismo grave
- grave insufficienza epatica
- coagulopatie
- endocardite batterica
- pericardite
- insufficienza renale grave
- recente biopsia renale o epatica
-recente accidente cerebrovascolare non embolico
- aneurisma cerebrale
-varici esofagee
 
 
ESAMI PRELIMINARI
 
coagulazione, emocromo, test epatici, creatininemia, test di gravidanza in tutte le donne in eta' fertile
 
 
I pazienti in terapia con COUMADIN ( cioe' warfarin ) o SINTROM ( cioe' acenocumarolo ) devono sapere che:
- la dose prescritta va assunta in unica somministrazione, lontano dai pasti, a meta' pomeriggio o la sera prima di andare a letto, sempre alla stessa ora ( si consiglia di trascrivere la dose assunta in un apposito diario).
- in caso di febbre assumere  TACHIPIRINA
- in caso di dolori assumere BRUFEN o NOVALGINA o TACHIPIRINA.  Non assumere farmaci che contengono acido acetilsalicilico (aspirina - ascriptin - cemirit - aspro  - vivin c - etc)
- come antibiotici preferire l' AMOXICILLINA
- E' importante comunque sapere che in caso di bisogno qualunque farmaco puo' essere utilizzato purche' si effettuino controlli piu' frequenti di INR.
- limitare gli alcolici e i cibi ricchi di vitamina K (vedi tabella)
- dovendo usare altri farmaci  in associazione, informarne il medico
- in caso di emorragie esterne  o interne ( urine rosse, feci nere, etc), informare il medico.
- Per le donne occorre sapere che in genere i farmaci anticoagulanti, alle dosi terapeuriche, non provocano alterazioni del flusso mestruale; emorragie vaginali importanti devono fare pensare alla presenza di patologie in loco, es. fibromi uterini --> visita ginecologica !
- Nel caso di traumi importanti e' necessario controllare l'INR anche se non ci sono sanguinamenti evidenti: una lesione profonda puo' causare una emorragia nascosta e quindi un INR elevato puo' essere molto pericoloso.
- tutte le volte che si va da un medico, specie in pronto soccorso, fare presente che si assumono anticoagulanti
- in caso di gravidanza ricordare che il farmaco e' dannoso per il feto; se necessario sostituire con eparina sottocute 2 volte al giorno.
- se si deve assumere un gastroprotettore meglio evitare il lansoprazolo e l'omeprazolo perche' possono interferire ; preferire ranitidina e pantoprazolo.
- EVITARE le iniezioni intramuscolo
- in caso di allattamento non c'è controindicazione al mantenimento della terapia con COUMADIN o SINTROM o eparina
- Sport:  evitare quelli che espongono a rischio di traumi importanti (es. sci di discesa, ginnastica acrobatica)
- Viaggi: si, pero' attenti alle variazioni dell' alimentazione
 
- Nel caso di esami endoscopici (colonscopia, gastroscopia, cistoscopia, etc) e' utile sospendere l'anticoagulante perche' puo' essere necessario praticare prelievi bioptici.
 
GESTIONE DELLE SITUAZIONI DI IPERDOSAGGIO:
- INR > 5 senza emorragie: ridurre o sospendere la terapia per 1-3 giorni
- INR > 5 con emorragie minori : o sospendere per 1-3 giorni e poi controllare INR oppure 0,5-2 mg di vitamina K per os e controllo urgente dell' emocromo
- INR in range  con emorragie non gravi --> controllare cause locali prima di sospendere
- Emorragie gravi (SNC, gastrointestinali, retroperitoneali, etc) con qualsiasi INR --> sospendere + 5-10 mg di vitamina K endovena lenta (rischio di shock anafilattico).
 
  In tutti i casi,     CONSULTARE IN TUTTI I CASI IL MEDICO
                                     O ANDARE IN OSPEDALE  !!!!!!!!!!!!!!!
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Per quanto concerne la dieta occorre chiarire che NON esistono cibi "proibiti" in assoluto ! Il paziente puo' anche mangiare verdure ogni giorno purche' le quantita' giornaliere siano costanti ! Sono le variazioni  di qualita' e quantita' che richiedono controlli piu' frequenti dell' INR !
 
CIBI RICCHI DI VITAMINA K   ( assumere in minime quantita' ! ) :
uova - burro - lenticchie - ceci - basilico esiccato - timo essiccato - salvia essiccata - prezzemolo crudo - cavolo - origano essiccato - fegato - trippa - cervello - frattaglie in genere - cioccolata - maggiorana essiccata - erba cipollina - spinaci - rapa - bietole cardi - carciofi -  basilico fresco - cicoria - broccolo - radicchio - invidia - cavoli di Bruxelles - olio di oliva e di mais  - lattuga - cavolo.
 
ANTICOAGULANTI  ORALI - VITAMINA K - COUMADIN - SINTROM
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 







 
 
 
Per quanto concerne le bevande :  l'alcool, la caffeina,il ginger,il te' verde, il succo di mirtillo possono interferire con l'attivita' del farmaco. Attenzione, quindi, non solo al caffe' ma anche alle bevande che contengono caffeina, come coca o Red Bull. Evitare i superalcolici
 
Interazioni tra erbe e anticoagulanti orali:
 
1) Erbe che potenziano l'effetto anticoagulante --> ganoderma japonicum - salvia miltiorrhiza - ginko - china - aglio - iperico - salice bianco - spirea - tamarindo
 
2) Erbe che diminuiscono l'effetto --> passiflora - ginepro - verbena officinale - ginseng
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint