PARLIAMO DI CUORE....E NON SOLO...MA SEMPRE COL CUORE - Messaggio aziendale
DONNA FRANCA FLORIO - PALERMO - LA BELLE EPOQUE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FRANCA FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
MARSALA FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Villino Florio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
VILLINO FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FRANCA FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TARGA FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FLOTTA FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


















UNA FLOTTA DI PIU' DI  CENTO NAVI , IL MARSALA, LE TONNARE, LA FONDERIA OROTEA, LA TARGA FLORIO ... E TANTO ALTRO !

IL VECCHIO FLORIO OGNI GIORNO FACEVA DARE UN PASTO CALDO AI POVERI DEL QUARTIERE !

IL GRANDE, VECCHIO FLORIO RIPOSA AL CIMITERO DI SANTA MARIA DI GESU'.
DICEVA CHE LO SCIROCCO E' IL PICCOLO OBOLO CHE I PALERMITANI DEVONO SCONTARE COL SUDORE PER LA FORTUNA DI VIVERE IN UN ANGOLO DI PARADISO ! 
AI SUOI FUNERALI  (1891 ) PRESENTI PRINCIPI, ONOREVOLI, IL PRIMO MINISTRO CRISPI , IL MEDICO V. CERVELLO.... E TUTTA PALERMO ( UNA FOLLA OCEANICA ) ! 
 
  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Vincenzo Florio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TARGA FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TONNARA FLORIO
 
 
 
 
 
Targa Florio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TONNARA FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
  
 IN UNA INTERVISTA DEL 1990, AL GIORNALE DI SICILIA, GIUSEPPE D'ASTA - ALLORA SINDACO DI FAVIGNANA - DISSE :
" QUANDO DA TUTTI I CENTRI DELLA SICILIA SI EMIGRAVA PER ANDARE AL NORD IN CERCA DI UN LAVORO DURATURO E BEN RETRIBUITO, NOI LA NOSTRA TORINO L'AVEVAMO AL MASSIMO A CENTO METRI DALLA PORTA DI CASA NOSTRA. C'ERA UN POSTO DI LAVORO PER TUTTI, ANCHE PER LE DONNE E I RAGAZZI. IO LAVORAVO ALLA STERILIZZAZIONE, CHE 
AVVENIVA DOPO L'INSCATOLAMENTO E LA SALDATURA DEL COPERCHIO.
BEGLI ANNI QUELLI ! "
ED ERANO CIRCA MILLE LE PERSONE CHE LAVORAVANO NELLO STABILIMENTO. 
SI LAVORAVA IL TONNO, CHE NON MANCAVA DI CERTO. NON C'ERANO LE TONNARE VOLANTI DEI GIAPPONESI CHE CATTURAVANO LE PREDE IN PIENO OCEANO, TRONCANDO IL LORO VIAGGIO VERSO LE ACQUE CALDE DEL MEDITERRANEO. LE LAPIDI SCOLPITE NEL TUFO LO RICORDANO : NEL 1848 SI UCCISERO 4.345 TONNI; NEL 1853 NE CATTURARONO 6.828; NEL 1865 ADDIRITTURA 14.028. 












VINCENZO FLORIO COMINCIO' A UTILIZZARE QUELLE PARTI DEL TONNO CHE PRIMA VENIVANO DISTRUTTE E PRODUSSE OLIO INDUSTRIALE E  FARINA PER MANGIMI. SPERIMENTO' LA CONSERVAZIONE DEL TONNO SOTT'OLIO E NE INIZIO' LA PRODUZIONE SU LARGA SCALA. 


SI LAVORAVA IL TONNO, MA NON SOLO. DALLE 7 ALLE 12 E DALLE 13,30 ALLE 16,30 SI LAVORAVA ALLE SARDE E AGLI SGOMBRI SOTT'OLIO. E L'OLIO PROPRIO NON MANCAVA: NELLA "CASA L'OGGHIU" C'ERANO TONNELLATE DI OLIO, CONSERVATO IN CISTERNE INTERRATE, CAPIENTI CIASCUNA 4000 LITRI !




IL GRANDE STABILIMENTO PER LA LAVORAZIONE DEI PRODOTTI DELLA MATTANZA FU PROGETTATO DA GIUSEPPE DAMIANI ALMEJDA, L'ARCHITETTO DEL POLITEAMA DI PALERMO E DEL PALAZZO FLORIO DI FAVIGNANA. IGNAZIO FLORIO GLI AFFIDO' QUESTO INCARICO NEL 1874.








 
 
 
FRANCA FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 






 
 
 
 
 
 
 
 
FRANCA FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
VINCENZO FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
MARSALA FLORIO 
 
FLOTTA FLORIO 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 











 
 
 

 
 
VILLINO FLORIO 
 
 
 
 














 
 
 
 
 
 
 
FRANCA FLORIO 
 
 
 
 
 
 
FRANCA FLORIO 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TARGA FLORIO     
TARGA FLORIO 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CANTINE FLORIO 
 
 
 
 
 
TARGA FLORIO 
 
FRANCA FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FLORIO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
VILLINO FLORIO 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint